A rocking idea for broken up girls

"Mio marito infedele è seduto alla fila 129, posto 31, 7-8 (con la sua rovinafamiglie)", questo è lo striscione che una donna ha messo in bella mostra al MetLife Stadium nel New Jersey, nel corso di un evento sportivo di wrestling. E non si è limitata allo striscione. Ha indossato una maglietta rosa acceso con la stessa identica scritta. Insomma, non gliel'ha fatta passare liscia. Anche perché la vendetta è stata perpetrata non solo nel New Jersey, ma in tutto il mondo: ci ha pensato la Rete 

Bella ventenne lo lascia in mutande 
Tradita dalle foto su Facebook

Trentenne francese derubato di tutto da una ragazza romena. I carabinieri la ritrovano: era nascosta in un armadio

 

Si conoscono a Parigi. Per lui è un colpo di fulmine, per lei una preda da derubare e lasciare in mutande. Ma la ventenne romena non aveva fatto i conti con i carabinieri di Porto Recanati che l'hanno trovata grazie alle tracce lasciate su Facebook e hanno recuperato tutta la refurtiva.
Tutto inizia qualche giorno fa in un locale degli Champs Elysees. Lui, francese, 30 anni, perde la testa per una bella romena che vive in Italia, non si rassegna alla sua improvvisa partenza, la segue e la ritrova ad Ancona, dove la donna lo attende. Il pomeriggio lo passano per negozi, la serata in un b&b della costa maceratese.

Come nel più classico copione di un film, appena lui si infila sotto la doccia, lei fa sparire soldi, carte di credito, Ipad, Iphone e la valigia. Rimasto in accappatoio e senza un euro, l'uomo corre disperato per strada. La bella ladra non c'è più. Cammina sotto la neve lungo la statale 16 da Porto Potenza fino a Porto Recanati. Non parla una parola di italiano. Si dirige verso la stazione Carabinieri, è disperato. Suona, ad accoglierlo c'è il maresciallo capo Cesare Proietti, che parla e comprende bene il francese, ascolta il racconto choc del francese e predispone immediate le indagini.

Della ventenne il francese non sa nulla, neanche il nome, conosce solo il suo profilo Facebook e ancora una volta è il popolare social network a dare una mano alle indagini. Dalle foto su Facebook i carabinieri di Porto Recanati riescono a trovare l'abitazione della donna a Sant’Elpidio a Mare. Subito scatta la perquisizione. La donna si nasconde nell'armadio, nella stanza c'è tutta la refurtiva. La romena, senza fissa dimora e sconosciuta alle forze dell'ordine, viene portata in caserma e denunciata per furto con destrezza. 

Al trentenne di Parigi i carabinieri riconsegnano tutti gli oggetti rubati. «Non sarei più tornato in Italia e l'avrei ricordata solo per questa disavventura -dice abbracciando i carabinieri - ma grazie a voi ci tornerò volentieri. Grazie ancora»
Il francese è stato assistito fino al rientro in patria.

 

Fonte:http://www.ilmessaggero.it/

 

Non piu' il nome del partner, ma quello dell'amante

Tatuaggio simbolo di tradimento

Quelli preferiti sono gli ideogrammi cinesi e giapponesi

Milano – Che tatuarsi il nome del partner non fosse un’idea brillante si sa da tempo. 
A dar fastidio non è tanto il nome inciso sulla pelle, quanto il rimando alla parcella dell’avvocato divorzista che evoca. 
Da tempo, quindi, chi decide di tatuarsi un nome o un’iniziale cerca di fare modo che tale nome o iniziale appartenga non solo all’amore di turno, ma anche al cane, al gatto, alla mamma o al nonno, in modo che, finita una relazione, rimanga l’alibi di averlo dedicato a qualcuno che rappresenta un affetto eterno, non passeggero come una rondine a primavera.

Attenzione però, perché se è vero che non ci si tatua più il nome del partner, un’altra tendenza sta prendendo piede: quella di tatuarsi il nome dell’amante.
Questo è ciò che emerge da un sondaggio rivolto a 2000 iscritti al portale incontri-extraconiugali.com.

Il 39% degli intervistati ha dichiarato che è in voga fra i fedifraghi tatuarsi la scritta delnome dell’amante in cinese, poiché gli ideogrammi associano a un’unica lettera un nome o un intero significato che la maggior parte delle persone non è in grado di comprendere. 
Per evitare però che invece di ti amo, un tatuatore nervoso incida sulla  pelle  involtino primavera, il consiglio è quello di rivolgersi al ristorante fusion più vicino per una veloce traduzione prima di procedere con ago e inchiostro.
Andrebbe comunque considerata l’elevata partecipazione ai corsi di lingue orientali, il partner potrebbe stupirvi con la conoscenza degli ideogrammi, prima di sbattervi fuori di casa!

Tra i disegni invece, è molto di moda un pugnale stilizzato infilzato nel cuore, emblema per eccellenza del tradimento.
Il 14% degli intervistati sostiene poi che sono i tatuaggi con i versi delle canzoni a essere la dedica adatta per l’amante. Le parole infatti sono l’ideale perché sono colte solo da chi le ha condivise in un qualche momento e ne conosce realmente il significato.

Secondo il 13% degli iscritti poi, il tatuaggio per l’amante più adatto è quello floreale , soprattutto rose gialle e tulipani.

Per il rimanente 9% degli intervistati, il tatuaggio da incidere sarebbe quello delnominativo con cui si chiama l’amante nei momenti di intimità.
Se il vostro compagno si presenta con la scritta patatina sul bicipite scolpito, o la vostra compagna sfoggia invece della farfallina il nome Bubu sull’inguine, forse avete un problema. Forse. 

Eva Massari
21/2/2013

Come riconoscerli

searchCome riconoscerli

 

Tana per te

Bastardi d'Italia

angoloGeolocalizza il tuo bastardo

 

Try to catch him

V come Vendetta

La vendetta...scegli la tua

 

Grrrr....

Bastardometro

bastardometroBastardometro...tutte le statistiche

 

Guarda!

L'Oracolo

oracle..interroga l'oracolo e scopri il tuo futuro in una risposta

 

Interroga